Giochi e giocattoli per bambini: i trend del 2016

Comments (0) Tendenze, TRIBE Social Magazine

welcome to toy fair
Pinterest

Si è da poco conclusa la Toy Fair di New York, una delle più grandi esibizioni a livello globale sul mondo del giocattolo.

La toy fair è una fiera aperta solo agli operatori commerciali e di settore in cui ogni anno, all’inizio di febbraio, vengono presentate le novità del settore, che rappresenteranno i trend dell’anno e i nuovi territori in cui si dovranno muovere le aziende.

Maikii, con il brand Tribe, ha partecipato per la prima volta a questa fiera, che si è tenuta dal 13 al 16 febbraio, per presentare le nuove collezioni audio&travel previste per il lancio nel 2016 e le nuove licenze di chiavette USB e power bank per il mercato americano: Game of Thrones e DC Comics, oltre che le nuove chiavette Pixar.

il team di Maikii alla Toy Fair

Ma quali sono state le più importanti novità presentate alla Toy Fair e che impatto avranno sul mercato dei giocattoli nel corso dei prossimi mesi? Vediamole insieme, per continuare a sognare anche se non siamo più bambini!

I migliori nuovi giocattoli nel 2016 sono quelli che sfideranno i bambini a superare i loro limiti e a coltivare il loro apprendimento e sviluppo: un mix vincente di creatività e hi-tech! 

Ma se il focus delle novità presentate alla fiera è sui bambini, è degno di nota anche che molti elementi dei nuovi giochi coinvolgeranno anche i genitori (soprattutto quelli millennial)!

toyfair 16

Vediamo insieme nel dettaglio quali sono i cinque principali trend del 2016:

1.     Giocattoli hi-tech: droni e robot

Con il miglioramento continuo della tecnologia, i giocattoli hi-tech, e in particolari i droni e i robot, aiuteranno i bambini a sviluppare le loro abilità ingegneristiche, di costruzione, di problem-solving e, perché no, anche di programmazione informatica. Tutto questo sta portando a un cambiamento sostanziale nelle modalità con cui i bambini si approcciano ai giochi, fondamentalmente più educativo.

2. I giochi e l’importanza della famiglia

Per i genitori più giovani la nostalgia dei giochi della loro infanzia è ancora molto forte, quindi vogliono ricollegarsi alle esperienze di gioco dei loro figli. Molti nuovi giochi presentati alla fiera promuovono la socializzazione tra bambini e genitori e l’interazione diretta, e sono sia online sia offline: in questo modo si prova a colmare il gap generazionale e si aiuta a costruire un ricordo familiare che durerà nel tempo.

3. Il vero creatore è il bambino

I bambini, attraverso i nuovi giochi, possono imparare davvero le tecniche per cucinare, disegnare, fare video, dipingere e costruire. Giochi che saranno utili nella vita.

4. STEAM: i giocattoli educativi

Nel mercato dei giocattoli, la parola d’ordine è STEAM: science, technology, engineering, arts and math. I giocattoli, cioè, stimolano i bambini a un pensiero critico e al ragionamento, caratteristica molto apprezzata dagli educatori e dai genitori. Ma questi giochi portano i bambini ad esplorare anche oltre i confini delle abilità di base che possono sviluppare: quindi spazio all’esplorazione e alla scoperta… ma senza dimenticare il divertimento!

5. Le collezioni: un trend che non sparirà mai

Collezionare è una cosa che piace tantissimo ai bambini, specie in due forme: per completare il loro set di giocattoli e avere l’orgoglio di vedere una cosa portata a termine, o per condividere e scambiarsi tra di loro i personaggi, le carte, e altre mini-figures. Il risultato? Le collezioni insegnano ai bambini ad essere pazienti e perseveranti, organizzati, nonché a sviluppare le loro abilità di negoziazione. 

Ma qual è l’oggetto che ci è piaciuto di più, tra quelli presentati alla New York’s Toy Fair?

Sicuramente la Thingmaker di Mattel!

mattel thingmaker new yorks toy fair 2016

La Thingmaker è una stampante 3D che vuole permettere ai bambini di stampare i giocattoli progettati e disegnati da loro, per poterci giocare subito.

Si tratta di collegare in Wi-Fi una app per iOS o Android alla stampante, da cui i bambini – con l’aiuto dei genitori – attraverso un’interfaccia semplice ed intuitiva, possono partire da dei personaggi pre-impostati per personalizzarli, o crearne di nuovi. Poi basterà procedere alla stampa, e i giocattoli saranno pronti per essere utilizzati.

Un oggetto che mette insieme tutti i trend di cui abbiamo discusso, a cui guardiamo con curiosità per seguire l’evoluzione di un mondo che adoriamo.

Dopo tutto anche le chiavette USB e i power bank di Tribe sono collezionabili, hanno l’hi-tech insito nel loro concept e stimolano alla curiosità.

Non si smette mai di imparare, e se si impara giocando non è più divertente?


Riccardo Coni

Comments

comments

Comments are closed.